Coworking: almeno 5 ragioni per la sua crescita

Coworking

Coworking: almeno 5 ragioni per la sua crescita

Il mercato globale dei coworking spaces dovrebbe raggiungere i 13,03 $/Mld nel 2025 con una crescita annua del 12%.

Lo prevede il report elaborato da Research & Market e diffuso da Globenewswire.com, fornendo anche una rassegna dei principali attori di questo mercato.

Prima della pandemia, l’espansione di questa asset class alternativa era principalmente dovuta all’aumento globale dell’economia delle start-up, in crescita ad un tasso annuale del 20%.

L’esplosione della pandemia, l’applicazione delle misure restrittive e il boom dell’home working hanno ovviamente frenato, in un primo momento, la crescita prevista e gli operatori hanno subito un calo dell’utilizzo degli spazi prossimo al 50%.

Ora, tuttavia, le prospettive che stanno emergendo per il post pandemia individuano nuove modalità di lavorare, non necessariamente coincidenti con il tradizionale lavoro in ufficio.

In primo luogo, la percezione oramai consolidata dell’importanza della sostenibilità sta orientando i principali decisori ad adottare, anche per il dopo emergenza, modelli di business e di sviluppo diversi, più distribuiti sul territorio.

Questo, anche grazie alla digitalizzazione, spingerà l’affermazione di una organizzazione del lavoro ibrida, che coniugherà lavoro in presenza e lavoro da remoto.

In questo contesto, il coworking trova l’humus ideale per una sua crescita.

Questa formula, infatti, non sarà più solo rivolta a start-up, piccole aziende e liberi professionisti.

Essa, infatti, può rappresentare un’ottima soluzione anche per le grandi aziende, in particolare quelle che adotteranno un modello organizzativo in stile Hub & Club.

Questo può avvenire, come anticipavo, qualche giorno fa per almeno 5 motivi.

Il coworking:

  1. in particolare nella sua declinazione di prossimità, riduce i tempi di spostamento e quindi dà un grande contributo all’obiettivo della sostenibilità ambientale;
  2. aumenta le opportunità di socializzazione, rimediando alla sensazione di isolamento che è tra le principali criticità del lavoro da casa;
  3. permette di lavorare in un ambiente professionale, dotato di infrastrutture, anche in termini di connettività digitale, che favoriscono la produttività e la salute;
  4. migliora l’equilibrio tra la vita privata e quella lavorativa, e di conseguenza riduce lo stress, determinando, al contrario, un aumento della produttività
  5. è una scelta di flessibilità che premia il senso di auto responsabilità e in questo senso rappresenta una crescita professionale ed un’occasione di gratificazione personale

Ognuna di esse meriterebbe di essere approfondita ed è quello che vorrei fare prossimamente.

Intanto, è superfluo osservare che quella degli spazi di lavoro condivisi è una grossa opportunità di investimento, alla quale è consigliabile guardare con grande attenzione nella fase attuale di trasformazione del mercato immobiliare

Se hai un immobile di grande superficie in Città, chiedi la nostra consulenza gratuita. Sia che ti voglia venderlo o che intenda valorizzarlo, il nostro metodo ti aiuterà a scoprire qual è la destinazione giusta e il cliente ideale. Clicca qui!

 

Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)
Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)

Prenota la Consulenza
E’ GRATUITA

 

IMMOBILI ALTERNATIVI
Via S. Carpoforo 9 –  20121 Milano
Via Scipione Capece 10/H – 80122 Napoli

Copyright © Immobili Alternativi 2021 – P.IVA 04741801213

Privacy Policy    –  Cookie Policy

Coworking
Alberto Pinto
Fondatore di Immobili Alternativi
Prenota La Consulenza Gratuita

 È una grande opportunità. Non sprecarla!