Il Build To Rent: una risposta al divario tra la casa dei desideri e le possibilità economiche.

Built To Rent

Il Build To Rent: una risposta al divario tra la casa dei desideri e le possibilità economiche.

Ho scritto ieri di come le ricerche della casa si siano indirizzate verso obiettivi più ambiziosi di quanto accadesse prima del Covid.

Le famiglie ore cercano abitazioni più ampie, dotate di spazi scoperti e possibilmente verdi.

E per raggiungere questo risultato sono disposte a spostarsi in zone meno centrali o verso l’hinterland.

Questa riflessione vale anche e soprattutto per Milano, dove, come riferisce il Report di Immobiliare.it le quotazioni sono cresciute sensibilmente.

Questo si scontra, però, con una difficoltà di carattere reddituale-finanziario,  in quanto le risorse sono in molte circostanze insufficienti per acquistare.

E ciò vale in particolare per i giovani.

Carlo Giordano spiega a Elisabetta Andreis su Corriere della Sera che, mentre le quotazioni sono aumentate del 27%, il prezzo massimo che le famiglie sono disponibili a spendere è cresciuto solo del 6 per cento.

Ecco, quindi, che si decide di spostarsi in aree o quartieri più economici.

Un’alternativa destinata a proporsi con crescente frequenza è quella della locazione residenziale, integrata da servizi opzionali e a canoni accessibili.

Molti investitori vi stanno puntando, ritenendo che in Italia il PRS (Private Rented Sector) abbia grandi potenzialità.

I nuovi trend dell’abitare e l’attenzione, consolidatasi prepotentemente in seguito alla crisi sanitaria, verso criteri come flessibilità e sostenibilità ESG hanno creato la possibilità che si affermino modelli alternativi di gestione.

Erano tendenze che già si intravedevano da qualche anno.

Ora l’emergenza sanitaria ne ha dettato un’accelerazione.

E ciò viene favorito dall’impetuoso processo di digitalizzazione conosciuto in questo ultimo anno dal nostro Paese.

Di conseguenza i nuovi format dell’abitare si impongono come quelli più adatti a cogliere il nuovo stile di vita e ad essere in sintonia con un diverso modello di sviluppo.

Sotto questo punto di vista, per il mercato avranno un ruolo decisivo non solo i criteri ambientali, in termini di efficienza energetica, ma anche quelli sociali: vi è, infatti, la necessità di consentire alla classe media l’accesso ai servizi che oggi caratterizzano il living in termini di qualità.

Questo è già senz’altro vero per Milano, ma il tema dello Affordable Housing è presente e richiede risposta in molte Città del Paese, a partire da Roma e Torino.

E può essere un’opzione di investimento valida anche per il Sud Italia.

Se hai un immobile di grande superficie in Città e vuoi scoprire se può essere destinato ad una iniziativa di Built To Rent, chiedi la nostra consulenza gratuita. Clicca qui!

 

Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)
Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)

Prenota la Consulenza
E’ GRATUITA

 

IMMOBILI ALTERNATIVI
Via S. Carpoforo 9 –  20121 Milano
Via Scipione Capece 10/H – 80122 Napoli

Copyright © Immobili Alternativi 2021 – P.IVA 04741801213

Privacy Policy    –  Cookie Policy

Milano
Alberto Pinto
Fondatore di Immobili Alternativi
Prenota La Consulenza Gratuita

 È una grande opportunità. Non sprecarla!