Immobili di pregio: si può ripensare il bello?

Immobili di pregio

Immobili di pregio: si può ripensare il bello?

Spesso mi trovo a spiegare cosa sono gli immobili sottoperformanti, ovvero immobili che non rispondono più alle esigenze del mercato e che vanno, quindi, ripensati.

È una necessità che oggi, alla luce dell’accelerazione imposta dalla pandemia ai trend di cambiamento in atto da alcuni anni, è particolarmente diffusa.

Eppure, il più delle volte, la definizione di immobile sottoperformante sembra una specie di insulto e viene fatta coincidere con quella di immobile brutto o di scarso pregio o valore.

Non vi è nulla di più sbagliato.

La ricerca di Sidief, “Il Valore del Bello”, della quale riferisce Paola Pierotti su Il Sole 24 Ore, non si limita a ricostruire la dimensione del patrimonio immobiliare di pregio in Italia, ma prova a dare una visione del bello immobiliare che va oltre la solita dicotomia tra giacimento da utilizzare e bene museale da preservare.

I numeri sono molto chiari: nel nostro Paese un quarto del patrimonio immobiliare, residenziale e non residenziale, è di pregio e vale quasi 1500 €/Mld.

La quota residenziale è costituita da oltre 1,8 milioni di edifici per una superficie complessiva di più di 1,2 miliardi di mq e un valore di 1.310 €/Mld.

Vi sono, poi, circa 13.000 edifici non residenziali per una consistenza superiore a 47 milioni di mq e un valore di 185 €/Mld.

Parliamo, quindi, di una porzione del patrimonio immobiliare italiano di rilevante dimensione e valore. Come dice bene Mario Breglia, “è un asse portante e va tutelato e valorizzato”.

E qui entra in gioco la seconda parte della ricerca: con quale visione va progettata la valorizzazione del bello immobiliare?

Trovo particolarmente suggestiva la prospettiva indicata nella ricerca: superare l’alternativa tra “immobile risorsa”, da utilizzare in chiave prevalentemente turistica, e “immobile museo”, da preservare, e puntare, invece, agli “immobili da abitare”.

Io direi “da vivere”.

E allora, a proposito degli immobili che rappresentano il bello dell’immobiliare in Italia, è decisivo chiedersi: in termini funzionali prima ancora che fisici, sono coerenti con i bisogni della comunità?

In buona parte assolutamente no!

Allora la sfida sta nel rigenerarli, ripensarli, rendendoli adeguati alle funzioni e agli stili di vita attuali e attribuendo un ruolo centrale all’obiettivo della sostenibilità secondo i criteri ESG.

E vi sono già esperienze virtuose in questo senso come sia la ricerca che l’articolo evidenziano.

Se hai un immobile di pregio da vendere o valorizzare, possiamo aiutarti a scoprire come renderlo nuovamente attraente per il mercato. Chiedi la nostra consulenza gratuita qui!

Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)
Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)

Prenota la Consulenza
E’ GRATUITA

 

IMMOBILI ALTERNATIVI
Via S. Carpoforo 9 –  20121 Milano
Via Scipione Capece 10/H – 80122 Napoli

Copyright © Immobili Alternativi 2021 – P.IVA 04741801213

Privacy Policy    –  Cookie Policy

Immobili di pregio
Alberto Pinto
Fondatore di Immobili Alternativi
Prenota La Consulenza Gratuita

 È una grande opportunità. Non sprecarla!