Sostenibilità: inizia il decennio decisivo anche per il real estate. E anche il Superbonus può fare la sua parte  

Sostenibilità

Sostenibilità: inizia il decennio decisivo anche per il real estate. E anche il Superbonus può fare la sua parte  

Ieri si è aperto un mese decisivo per la sfida al cambiamento climatico. Tra circa un mese, a novembre, si terrà a Glasgow la COP26, la 26esima Conferenza delle Nazioni Unite dedicata a questa sfida decisiva per il genere umano.

Da ieri, appunto, al 2 ottobre Milano ospita la Pre-COP, l’incontro preparatorio che riunisce i ministri del clima e dell’energia di un gruppo selezionato di Paesi.

L’obiettivo della Conferenza è quello di individuare, aggiornando gli impegni dell’Accordo di Parigi del 2015, le azioni necessaria per raggiungere l’azzeramento delle emissioni nette a livello globale entro il 2050 e puntare a limitare l’aumento delle temperature a 1,5°C.

Per questo obiettivo i Paesi sviluppati dovranno stanziare almeno 100 $/Mld per anno.

Un ruolo fondamentale in tutto ciò l’avrà la rigenerazione e l’efficientamento energetico del patrimonio immobiliare. In Italia, in particolare, lo stock immobiliare è in buona parte vetusto e all’84% è inefficiente energeticamente.

Se a questo si aggiunge la sua inadeguatezza funzionale, anche tenuto conto della profonda trasformazione del modello di vita e di sviluppo suggerita dall’emergenza climatica e sanitaria, si ha la percezione della grandiosità dello sforzo che per la green transition e l’innovazione, anche tecnologica, il mondo immobiliare dovrà affrontare.

Sono molti i manager del settore che sono perfettamente consapevoli dell’importanza e dell’urgenza di questa sfida.

Cito, per tutti, Barbara Cominelli di JLL Italia, che ripetutamente sottolinea la centralità della sostenibilità e dei criteri ESG per gli investimenti nel real estate e lo sviluppo immobiliare e come essa sia destinata, insieme alla tecnologia, ad impattare come uno tsunami su tutte le asset class.

Però vi sono ancora resistenze, sia in ambito imprenditoriale che professionale, a prendere atto della gravità della situazione e di come essa vada affrontata non più in termini formali, come forse si è fatto in questi anni, ma con grande decisione e concretezza.

In questo quadro è, quindi, di grande rilevanza, secondo una notizia di qualche giorno fa, che il Governo abbia indicato nella Nota di aggiornamento al DEF la propria intenzione di rinnovare gli incentivi per l’efficientamento energetico degli edifici.

E l’auspicio è che, con riferimento al Superbonus110, tale conferma,

– riguardi anche le modalità alternative con le quali esso è concesso (cessione del credito e sconto fattura) in modo da coinvolgere i soggetti e le aree incapienti;

– venga ampliata agli immobili d’impresa e in particolare quelli a destinazione Hospitality, che dovranno affrontare un imponente programma di ristrutturazione e ripensamento per competere adeguatamente sul mercato internazionale

Se hai un immobile di grande superfice da valorizzare, scopri se puoi avvalerti di incentivi per farlo. Richiedi la nostra consulenza gratuita qui!

Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)
Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)

Prenota la Consulenza
E’ GRATUITA

 

IMMOBILI ALTERNATIVI
Via S. Carpoforo 9 –  20121 Milano
Via Scipione Capece 10/H – 80122 Napoli

Copyright © Immobili Alternativi 2021 – P.IVA 04741801213

Privacy Policy    –  Cookie Policy

Superbonus
Alberto Pinto
Fondatore di Immobili Alternativi
Prenota La Consulenza Gratuita

 È una grande opportunità. Non sprecarla!